sabato 16 febbraio 2013

Dunque, avevo promesso a me stessa di essere costante una volta nella vita, almeno qui, ma gli impegni hanno avuto la meglio. Quindi, diversamente dal solito cercherò di essere molto breve proponendo una sorta di consigli random fra musica, serie tv e cinema. 

Iniziamo proprio dalla musica, mio grandissimo amore ma di cui faccio sempre molta fatica a parlare in quanto la vivo in modo troppo personale. Sanremo tutti lo criticano ma la maggior parte del popolo lo guarda, io compresa (non proprio volontariamente ma la storia da raccontare sarebbe lunga e noiosa, evitiamo). Fabio Fazio, che senza la Littizzetto sarebbe la noia più profonda, bravissimo eh, ma quando parte nei suoi monologhi stile prete non si regge, ha portato in Italia uno dei miei grandissimi amori musicali: Antony and the Johnsons. Loro o meglio Lui è la voce. No ma l'avete sentito che meraviglia?

Giuro e spergiuro che lo conoscevo anche prima di Sanremo e lo amavo già profondamente, questa incursione in terra italiana di Antony ha fatto capire almeno a 10 dei 14 artisti in gara cosa vuol dire avere la voce. Certo capire cosa vuol dire "la voce" non equivale ad averla, anche a me piacerebbe avere gli occhi di Bar Refaeli ma purtroppo mi devo accontentare del colore più diffuso al mondo. Io però non faccio la modella e loro dovrebbero evitare di fare i cantanti e ucciderci le orecchie... Sto divagando, ritorno nei binari. 





Pillola musicale


Dicevo? Ah sì. Antony and the Johnsons. La meraviglia in musica sul palco di Sanremo. Se volete approfondire la sua conoscenza io consiglio "I Am a Bird Now" e la raccolta live "Cut the world". Merita di essere conosciuto Antony, lo merita davvero. Anche perché come ben tutti sapete a me Adele non è che stia un gran simpatica ma riconosco che ha una voce molto affascinante però in questo 2011/2012 ce l'hanno presentata e ripresentata in tutte le salse come "La voce più bella del mondo". Insomma calma, calma signori che di voci belle fortunatamente ce ne sono tante. Magari sono nascoste, vivono nell'ombra, non sono così premiate come la signorina qui sopra che ai Grammys ha sfoggiato un vestitino rosso tappezzeria giapponese da invidia. Brava Adi, finalmente hai capito che non esiste solo il nero nella vita ma... cambia stilista e io la smetto di divagare, promesso.



Pillola telefilmica





Gente, voi non potete manco immaginare quanto mi mancano le mie serie tv quando, come in questo periodo, sono colma d'impegni. Cioè, sembra che stia scherzando ma vi assicuro che non è così. Loro, sono una delle mie più grandi passioni e no, non sono una di quelle maniache che fanno i bilanci: ne seguo attualmente X, ne ho abbandonate Y, ne ho iniziate Z. No, io mi ci butto a capofitto, mi innamoro, vedo 22 puntate in un paio di giorni, piango tutte le mie lacrime quando il mio adorato Wiki mi annuncia che devo aspettare sei mesi per la prossima stagione. Dunque, dunque, gli ultimi anni sono stati sicuramente Homeland, Homeland e ancora Homeland. Non che abbia visto solo quello, per carità, ma lui è la passione. Gli altri sono diversivi, più o meno piacevoli. Però questo 2013 ha segnato un grande inizio telefilmico, soprattutto per "Utopia". Non è conosciuto, anzi per nulla, quindi se esclamate "Utopia che?!?" siete assolutamente scusati. 

Mini-serie tv in 6 parti (sì solo 6, minuti infiniti di silenzio) di fattura inglese da cardiopalma, insomma consigliata e superconsigliata a non finire. Fatta, secondo me, benissimo con una regia stupenda. Cioè, se alla serie tv in questione si togliesse la regia e la fotografia sottostante probabilmente non sarebbe "niente di che" ma tutto fila perfetto nella serie, ogni dettaglio dà l'idea di essere curato e per una maniaca della perfezione con me è assolutamente fondamentale. Non ho ancora visto le ultime due puntate, quindi aspetto di terminarla per poi fare un post solo esclusivamente su "Utopia", lo merita. Per la trama, c'è Santo Wiki.


Pillola cinematografica




Improvvisamente, il 14 Febbraio ho visto comparire la locandina di "Blue Valentine" dappertutto. Inizialmente ho pensato che Michelle Williams avesse capito che Ryan Gosling non è mica da buttare, anzi, e viceversa Gosling avesse capito che la tamarraggine non è più di moda e quindi una bella croce sopra Eva Mendes. Invece no, "Blue Valentine" è uscito nei cinema italiani. La prima reazione è "Seriously?!?!". Come diceva un noto proverbio (alcuni li so pure io) "Meglio tardi che mai", quindi a distanza di 3 lunghi anni lo hanno rispolverato e propinato al popolo italiano. 

Ora, scrivo totalmente ignorando le dinamiche dei pezzi grossi del mercato cinematografico ma, stiamo scherzando?! Non ho tempo per fare cinismo quindi mi limito a dire che io adoro il film spassionatamente, che Ryan Gosling e Michelle Williams hanno fatto un piccolo capolavoro indipendente, che il film contiene due momenti eccezionali. Assolutamente fantastici. Insomma è da vedere. Probabilmente non vi piacerà totalmente alla prima botta, no. Io l'ho rivisto tre/quattro volte prima di affermare che in realtà è un gran bel film. La prima volta c'è sempre quella sensazione sottostante di sconfitta, sì insomma non è un film positivo ma è profondamente realistico. Penso che l'avevate capito anche senza il mio aiuto. La sensazione che credo mi abbia legato così tanto a questo film è l'equilibrio costante fra felicità e sofferenza che poi smette di essere tale e diventa tragedia. Sì, sempre tanta felicità qui in Hurry Up! E sì, in ultima istanza credo che Ryan Gosling e Michelle Williams siano una coppia perfetta. Insieme sono fantastici e prima o poi lo capiranno (Ciao Eva, ciao).

ps = non so come hanno doppiato Michelle mia adorata e Gosling, quindi non assicuro niente. Proverò a vederlo anche in italiano, sicuramente ma... ecco, sempre consigliato in lingua originale. 



In questo post si parla di: , , , , , , , ,

21 commenti:

  1. utopia la vedo anche io, è geniale!
    le serie inglesi per quanto corte e particolari rispetto alle serie usa riservano sempre belle sorprese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Obo, che piacere averti qui! Riguardo Utopia, davvero. Geniale è il termine giusto. Io ci soffro un po' per la brevità... 6 puntate ç__ç però sono i contenuti che contano no?! E quelli non si possono discutere.

      Elimina
    2. si esatto!
      eh guarda ormai con le uk ci sono abituato, vedi sherlock solo 3 episodi -.- mannaggia a loro!!
      Speriamo in una seconda stagione :D

      Elimina
    3. Non speriamo io la ESIGO la seconda stagione di questa meraviglia, non scherziamo XD Sherlock io fortunatamente non mi sono mai appassionata tantissimo quindi non c'ho sofferto molto :P (Scusami eh, so che è amato alla follia)

      Elimina
  2. Sono corso a leggere quel che avevi scritto tu. Ovviamente siamo sulla stessa linea. Speriamo almeno che il film un po' di successo lo abbia, magari la distribuzione nostrana decide di rispolverare qualcos'altro di questo regista niente male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Italia che apprezza "Blue Valentine"? Naaaah non credo Frank, non credo! Riguardo al regista invece sono la prima che deve rispolverare un po' di film... non lo conosco molto bene :(

      Elimina
  3. Blue Valentine continua a non essere pervenuto dalle mie parti... Meglio, ho davvero paura di cosa possano aver combinato al doppiaggio!
    Utopia mi intrigava per quel giallo della sua locandina, la metto in lista dopo quello che ho letto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso di rivederlo comunque in italiano ma sarà tragedia, già lo sento. Utopia assolutamente una serie consigliata, anche per la brevità nel senso che non c'è da recuperare stagioni e stagioni ma solo 6 puntate (non ancora andate in onda tutte, fra l'altro)

      Elimina
    2. In italiano? E chi l'ha annunciato?

      Elimina
    3. In italiano mi riferivo a Blue Valentine.... Utopia non è ancora finito in inglese figurati se lo annunciano già in italiano...

      Elimina
  4. Ciao!!!
    Bè ke dire..con me, sfondi una porta aperta su tutta la linea!!!
    Ma andiamo con ordine e non facciamo confusione...
    Partendo dalla musica .. anke io ne ascolto tanta,forse pure troppa, costantemente, tanto ke quando,raramente, mi capita di dimenticare l'i-pod è il panico..o quasi..e solitamente si tratta di roba sconosciuta ai più...
    Questo spiega perchè conoscessi Antony and the Johnsons da molto tempo prima di sanremo...una voce fantastica...ke incanta!!!Cmq va dato atto a questo sanremo di aver dimostrato ke non conta la quantità degli ospiti ma la qualità...e, musicalmente parlando, quest'anno la qualità delle ospitate musicali era evidente e sotto gli okki di tutti.
    Per quanto riguarda le serie tv...bè anke qui la lista si allunga sempre di più...a danno della vita sociale...ahahahaha...e se te ne scappa qualkuna arrivano i consigli di amici e parenti ke ti portano a pensare sempre più spesso ke morirai attaccata al pc...Cmq "Utopia" la vedrò con calma..l'intenzione è di vedere tutti gli episodi uno dietro l'altro..così come fatto recentissimamente con Homeland su consiglio di colei ke gestisce questo blog...e ke mi ha indotto a vedere,2stagioni x24episodi totali in meno di una settimana...e ke ringrazio per l'opera di persuasione!!!
    Infine,il capitolo Ryan Gosling...aaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhh!!!
    Mi ha conquistata vedendo "The Believers"...e da lì è diventato uno dei miei attori preferiti in breve tempo...qdi ho visto praticamente tutti i film in cui ha recitato...perchè è davvero bravo a calarsi nei personaggi ke interpreta e a renderli credibili..e lo ha fatto alla grande anke in questo Blue Valentine...in cui tra lui e la Williams è una gara di bravura...vi consiglio anke Half Nelson,la cui uscita ha subito più o meno lo stesso percorso di Blue Valentine da noi, e Lars e una ragazza tutta sua...ma in generale tutti i film di cui è protagonista...e quelli di prossima uscita tra i quali "The Place Beyond The Pines" diretto dallo stesso regista di Blue Valentine
    Ultimamente con i doppiaggi cmq fanno dei macelli assurdi...è tanto kiedere di usare voci che almeno si avvicinino a quelle originali degli attori?!?...Mah...spero ke non abbiano rovinato anke questo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awwww ciau! :) Eheheh sapevo di trovare totale consenso in Gosling, che si sceglie quasi sempre delle partner <3 awww. Qui erano la coppia perfetta ed anche per questo il film ha funzionato secondo me. Riguardo Homeland, dovere, dovere! Le cose belle vanno condivise e lui è bellissssssimo *_*

      Utopia ti faccio un fischio quando è finita :( Così la recuperi tutta insieme!

      Elimina
  5. Mi fa piacere sapere che hai imparato qualche proverbio.

    RispondiElimina
  6. Ah, dove hai letto che non ci sarò una seconda stagione di Utopia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sembra di aver scritto che non ci sarà una seconda stagione come non ho scritto che ci sarà una seconda stagione.

      Elimina
    2. Avevo colto il tuo ribadire più volte la conclusione dopo solo 6 puntate come una conclusione definitiva della serie. Chiedo venia.

      Elimina
  7. *_* è giunto il momento di lasciarti qualcosa scritto anche qui. v.v sto diventando un incubo, dì la verità! per Antony, vabbeh, ho ancora i brividi.. ma come ben sai, ci sono rimasta male per tutto il resto... Utopia. mannaggia a te, mi ero ripromessa di non iniziare più nulla di nuovo, volevo prima completare qualche altra cosa. MA! tu, con i tuoi post su tumblr, mi stai tentando abbastanza.... xD mi sembra molto valido, già solo visivamente parlando. non riuscirò mai a vederlo in tv, vero ç_ç ?? Blue Valentine, eh. ormai sono secoli che prometto di guardarlo, e ancora niente. =_= sai che io sto ancora aspettando QUEL film, sottotitolato...x°D prima Dolan, e poi tutto il resto ç_ç (impazzirò.). bene. ho fatto il mio commento inutile, direi che posso concludere! Baci, donnah :**** (piesse: è sempre una ggggioia, leggerti. ma questo te lo ripeto da anni. <3) (pipiesse: dovrò mica firmarmi per bene?! xD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Utopia, mia cara, ti piacerebbe un sacco. Io penso che a breve non ci sia speranza di averlo sul tuo amato Sky quindi ti tocca buttarti sull'inglese. Che poi, l'inglese americano tradotto eh "ce può sta" *basta solo non pensare all'orrore di Brody tradotto* ma l'inglese UK tradotto... Seriously?! No no! Buttati sui sottotitoli a colombella XD

      Il mio Tumblr fra koala e serie tv, non ne può uscire vivo povero piccolo *_* Riguardo al film che noi stiamo attendendo XD Ci sto lavorando, mo chiedo qualche dettaglio e poi ti faccio sapere in separata sede :*

      Sempre un piacere averti qui! E no perché dovresti firmarti per bene, tanto io capisco ^_^

      Elimina
  8. Utopia da vedere "soprattutto" per fotografia e regia. La trama è piuttosto fievole e puzza di solite cose, ma carina. Gi inglesi con ste robe ci vanno a festa. Vedonsi Black Mirror season one and two... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io trovo bella pure la trama. Non so, a paragone con altre serie tv mi sembra stia insieme tutto mooooolto meglio. Dalla sua ha anche che sono 6 puntate. Gestite bene, non tirate troppo per i capelli....

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email